Aggiornato al 16/01/2019 21:37:24
10/01/2019

DAKAR 2019: AL-ATTIYAH E PETERHANSEL ALL’ATTACCO

Il sogno di Loeb ha subito un brusco break dopo solo un giorno. La terza tappa San Juan de Marcano-Arequipa ha rivoluzionato classifica e soprattutto i distacchi. Loeb partendo per primo sul tratto inedito pieno di dune ha perso più di quaranta minuti, al pari di De Villiers fermo sul percorso per quasi un’ora. In ritardo anche Gilles Despres, che comunque limita i danni. La polvere e le dune hanno esaltato Stéphane Peterhansel. Mr Dakar ha dovuto vedersela con Nasser Al-Attiyah dal primo all’ultimo km. “Peter” è primo sul traguardo di Arequipa con 3’26” sul pilota Toyota, passato in testa all’assoluta con 6’48” su Al Rajhi. Poi ancora Mini   fino al settimo posto dell’altro Toyota di Ten Brinke, che precede Loeb. Otto equipaggi compresi in meno di trentotto minuti.

La successiva tappa marathon ha riproposto il trend. Sui 405 km della speciale della Arequipa-Tacna è nuovamente infuriato il duello tra Nasser Al-Attyah con il Toyota pick-up e Stéphane Peterhansel con il buggy MINI. “Peter “ha perso un altro paio di minuti al campione del Qatar, che dopo aver vinto la sua seconda tappa consecutiva può vantare quasi nove minuti su Mr.Dakar. La faccenda si fa sempre più interessante!

Conferme anche per il terzetto dei piloti delle MINI JCW 4x4 Roma, Przygonski e Al Rajhi con ritardi fino a 24’. Loeb è ora sesto seppur gravato dal ritardo accumulato il giorno prima. Si è fermato Ten Brinke, ma ha potuto riprendere la gara con l’aiuto di De Villiers. Ha ripreso la corsa anche Carlos Sainz nonostante un dolore al collo.

Domai altra tappa che si preannuncia durissima con dune a volontà Moquega-Arequipa, quasi 800 km, con una spettacolare partenza in linea.

 

Le ultime news